29 Agosto 2014

Dalle ore 7 alle 15
Via Ghigliolo 32, Sarzana

Libera e Cia si danno appuntamento a Sarzana, di buon mattino, per riaprire le porte di un bene confiscato alla criminalità e dedicarsi alla cura dei terreni e del parco. Dalle 7.00 alle 15.00, una giornata di volontariato, a pochi giorni dal trentaduesimo anniversario dell'omicidio di Carlo Alberto Dalla Chiesa, precursore della legge sulla confisca e il riutilizzo sociale dei beni mafiosi. Da tempo, anche Sarzana, come tutta la Liguria, è terra di beni confiscati alle mafie. Beni che dopo la confisca conoscono anni di abbandono, quando invece dovrebbero essere reimpiegati a vantaggio della collettività, per la realizzazione di politiche sociali, culturali e ricreative. Per non fare di questi beni un'opportunità mancata, Libera e Cia si prendono per mano in questo gesto simbolico di riappropriazione, per incoraggiare tutti - anche l'Amministrazione - a un maggiore senso di responsabilità.