Prendete due giorni d’agosto, una trentina di ragazzi, qualche tenda e avrete un campeggio.
Prendete due giorni d’agosto, una trentina di ragazzi, qualche tenda aggiungete un pinguino e soprattutto la voglia di impegnarsi e dare il meglio per un obiettivo comune ed il risultato sarà molto di più.


Il primo raduno dei giovani di Libera La Spezia è stato molto di più che un’occasione di formazione e informazione. È stato un’opportunità di ritrovarsi e di conoscersi,  di rimanere in famiglia pur essendo fuori casa, un momenti di incontro e di scambio dove non esistono più le differenze d’ètà o di incarico all’interno delle associazioni, ci sono solamente persone che possiedono delle storie da raccontare e altre che desiderano ascoltarle, perché il sapere è tale solo se condiviso.

 

Sono stato due giorni intensi, passati straordinariamente veloci, in cui nessuna difficoltà è sembrata insormontabile e l’orizzonte, quello su cui dobbiamo sempre tenere un occhio senza tuttavia perdere di vista noi stessi, è parso finalmente più vicino.


Prendete infine anche una girandola, e con essa il ringraziamento e l’augurio dei ragazzi con cui avete condiviso quest’esperienza, e proseguite il vostro viaggio verso l’orizzonte ricordando che per quanto la strada possa essere lunga e difficile è sicuramente meno faticosa se percorsa assieme ai compagni giusti.

 

Asja Macili, membro del Presidio “Dario Capolicchio”